Amedeo Balbi

Copertina

La musica del big bang
Come la radiazione cosmica di fondo ci ha svelato i segreti dell'universo

Springer (2007)
230 pagine, 15 €
ISBN: 8847006120
ISBN-13: 9788847006126

Prefazione di Margherita Hack


“È un libro che non solo gli astrofili dovrebbero leggere, ma anche gli astronomi professionisti e soprattutto i giovani studenti e ricercatori, perché tratta un argomento fra i più complessi con estrema chiarezza e semplicità, e con grande rigore scientifico.” — Margherita Hack


In vendita nelle migliori librerie, oppure online:


Edizione inglese (anche per kindle):
The Music of the Big Bang


"La musica del big bang" su aNobii


Leggi un estratto


La radiazione cosmica di fondo è il residuo del grande calore seguito al Big Bang. Un tenue segnale, vecchio di oltre 13 miliardi di anni, in cui si celano le risposte a molte delle domande sulla natura del nostro Universo. Scoperta casualmente nel 1964, negli ultimi quarant'anni questa traccia fossile delle origini del Cosmo è stata esplorata con ogni mezzo disponibile. Due premi Nobel per la fisica sono già stati assegnati per ricerche che la riguardano, l'ultimo nel 2006 per i risultati del satellite COBE.

Molte delle informazioni codificate nella radiazione cosmica di fondo sono state impresse dal sovrapporsi di onde acustiche presenti nell'Universo primordiale: una "musica" del Big Bang, che i cosmologi hanno tentato per anni di ricostruire, usando tecniche analoghe a quelle che permettono di distinguere il suono di diversi strumenti musicali. Solo di recente le prime note di questa straordinaria sinfonia cosmica sono finalmente state svelate, ma l'indagine non è ancora finita.

Questo libro illustra, con un linguaggio adatto anche al non specialista, le teorie, le osservazioni e le scoperte che hanno fatto entrare la cosmologia in una nuova era.


Riconoscimenti

La musica del Big Bang è stato segnalato al Premio Letterario Galileo per la divulgazione scientifica (2007), alla XXV edizione (2007) del Premio Gambrinus "Giuseppe Mazzotti" e al World SF Premio Italia 2008.

Recensioni, interviste, ecc.